Versione grafica

DEMO

Homepage
Radio1

Curriculum

29/09/2005
Soliti ignoti


A volte si stabiliscono dei vincoli persistenti (più o meno arbitrari, mai necessari) tra alcune tecniche o tecnologie musicali e determinati contenuti: "Una volta costituite, particolari cristallizzazioni musico-tecnologiche si possono investire di riferimenti connotativi o ideologici ben precisi, che diventeranno difficili da modificare", scrive Richard Middleton in Studying Popular Music (Buckingham: Open University Press, 1990; trad. it. Studiare la popular music, Milano: Feltrinelli, 1994, p. 135). I Soliti Ignoti, con il loro electro-folk, si pongono l'obiettivo di superare tale rigida mistificazione: nonostante i mezzi di produzione e di riproduzione impongano determinati limiti alla creazione, il music-making deve mantenere un certo grado di autonomia, sia nell'utilizzo dei mezzi stessi che nel rispetto delle tradizioni cui si appoggia. A partire da questo orientamento, trova una giustificazione la scelta di utilizzare le nuove tecnologie digitali in sintonia con strumenti e stili folklorici, sperando di ottenere da tale combinazione un sound originale. Come si suol dire: "Tutte le canzoni sono canzoni folk; non ho mai sentito un cavallo che le cantasse".

e-mail: sara_picone@hotmail.com *** § *** Credits per il brano 'Sussurrando': Sara Picone: voci Carlo A. Nardi: strumenti a corda, a fiato, a percussione e a click Prodotto da Les Jeux Sont Funk Mastering: Mauro Andreolli I Soliti Ignoti si esibiscono live, talvolta sotto il nome Bossadelica, con la seguente formazione: Sara Picone: voce Shanthi Roat o Lodovico Schiera: pianoforte, Fender Rhodes Carlo A. Nardi: chitarra, mandolino, balalaika Michele Bazzanella: basso elettrico

Versione grafica