menu.jpg
FRANCO BATTIATO
Village (Radio1, ore 13,33, condotto da Silvia Boschero) ospita in studio venerdì 20 aprile Franco Battiato.
Da poco l'artista siciliano ha dato alle stampe "Il vuoto" dove "vuoto" significa libertà e allo stesso tempo l'esatto contrario dell'horror vacui tanto in voga in questi strani giorni. Un disco che, come nello stile del Battiato più ispirato, mescola tempo e spazio, nord e sud, passato e futuro, rock e pop, est e ovest, io e tu, inglese e latino, Beatles e OM, cultura orientale e mitteleuropea, musica lirica e techno, in un unico, immaginifico presente. Alcune canzoni vengono dal passato ("Era l'inizio della primavera", tratto da Tchaikovski), altre dal futuro ("Niente è come sembra", titolo che è lo stesso del prossimo film annunciato da Battiato), alcune si interrogano su questioni primordiali del nostro pensiero filosofico, ("Io chi sono?"), altre tratteggiano scene di vita quotidiana ("I giorni della monotonia", "Tiepido aprile"), alcune rimandano a nostalgie giovanili ("Aspettando l'estate"), altre - e sono la gran parte - descrivono il cercare e trovare un posto all'interno del vuoto in cui, altrimenti, si galleggia: "The game is over", "Stati di gioia", oltre alla title-track.
"Il vuoto" è il ventiquattresimo album in studio dell'artista, ventinovesimo se si considerano anche i cinque lavori incisi come musicista "classico". Con lui al lavoro sui brani del disco due scoperte/rivelazioni: un giovane gruppo pop-rock padovano, gli FSC di Davide Ferrario, e una band di hard rock tutta al femminile, le MAB, conosciute a Londra dove, pur essendo italiane, vivono e suonano. Sono loro a fornire il corpo principale al suono di questo lavoro, arricchito dagli archi della Royal Philarmonic Orchestra e dalle ritmiche computerizzate di Pino "Pinaxa" Pischetola, al fianco di Battiato ormai da oltre un decennio, oltre al pianista e direttore d'orchestra Carlo Guaitoli.
Ascolta la puntata [ASCOLTA]
Village va in onda dalle 13.33 alle 14.00 - Scrivi a: village@rai.it
Realizzato da Rainet