Radio3

Contenuti della pagina

Newsletter

La redazione
Scrivi a Fahrenheit fahre@rai.it

Invia un SMS
dalle 15 alle 18
al numero:
335 5634296
You book
aNobii
Facebook
Forum
Podcast
Le sigle
TuttoFahre:
Le puntate
I libri
Le poesie
Graphic novel
Focus
Caccia al libro
FahreRagazzi
FahreScuola
Classico
Filosofia del quotidiano
Economia di strada
Scuola di lettura
Parola della settimana
Passalibro
Le musiche
Gli album :
Guarda chi presta
I libri della memoria
Mantova 2010
Guarda chi legge
Illustratori
Bibliobus
In archivio:
Vocabolario
Incontri
FahreFestival
Fahreblog
Immagine
Il gioco
Libri per l'Abruzzo
Il viaggio
Momento critico
La storia
07/02/2011
Marco Malvaldi, Odore di chiuso, Sellerio
ascolta Ascolta la puntata  

immagine evento

In un castello della Maremma toscana vicino alla Bolgheri di Giosue Carducci, arriva un venerdì di giugno del 1895 l'ingombrante e baffuto Pellegrino Artusi. Lo precede la fama del suo celebre La scienza in cucina e l'arte di mangiar bene, il brioso e colto manuale di cucina, primo del genere, con cui ha inventato la tradizione gastronomica italiana. Ma quella di gran cuoco è una notorietà che non gli giova del tutto al castello, dove dimora la famiglia del barone Romualdo Bonaiuti, gruppo tenacemente dedito al nulla. La formano i due figli maschi, Gaddo, dilettante poeta che spera sempre di incontrare Carducci, e Lapo, cacciatore di servette e contadine; la figlia Cecilia, di talento ma piegata a occupazioni donnesche; la vecchia baronessa Speranza che vigila su tutto dalla sua sedia a rotelle; la dama di compagnia che vorrebbe solo essere invisibile, e le due cugine zitelle. In più, la numerosa servitù, su cui spiccano la geniale cuoca, il maggiordomo Teodoro, e l'altera e procace cameriera Agatina. Contemporaneamente al cuoco letterato è giunto al castello il signor Ciceri, un fotografo: cosa sia venuto a fare al castello non è ben chiaro, come in verità anche l'Artusi. In questo umano e un po' sospetto entourage, piomba gelido il delitto. Teodoro è trovato avvelenato e poco dopo una schioppettata ferisce gravemente il barone Romualdo. I sospetti seguono la strada più semplice, verso la povera Agatina. Sarà Pellegrino Artusi, grazie alla sua saggezza e alle sue originali letture, a dare al delegato di polizia le dritte per ritrovare la pista giusta. In Odore di chiuso Malvaldi ha lasciato al momento l'improvvisata squadra investigativa dei vecchietti del BarLume per potersi dedicare a un vero giallo classico, basato su interrogatori, intuizioni e conclusioni deduttive. Ha scelto l'epoca di un'Italia da poco unificata e ancora impastoiata nei particolarismi nobiliari con riferimenti storico letterari che occhieggiano ironicamente all'oggi. Ma senza abbandonare la sottigliezza umana che gli permette di disegnare ogni personaggio con insolente umorismo, offrendo gallerie di caratteri e situazioni comiche capaci di divertire tanto quanto l'ingegnosità dell'intreccio.






Tutti i libri di Fahrenheit




home

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key